Sentieri d’Appennino tra Amore e Resistenza

36

Un  cammino alla scoperta di luoghi magici dove una natura potente, selvaggia e a tratti violenta, si intreccia con vicende umane piene di passione e di Amore. Una terra che  ha visto amori umani, di pelle e di spirito come quello tra il tormentato poeta Dino Campana e la sua amata Sibilla Aleramo, scrittrice rapita da un amore folle che ha lasciato pagine così toccanti. Una terra piena di amore ideale dove riecheggiano i ricordi della trincea e dove rivivono le storie di chi più di settant’anni fa scelse di amare la libertà e la propria terra a tal punto da combattere per salvarle e per salvarci.

Si parte da Firenzuola, considerata “la piccola Firenze”, un paese di confine dove si trova il Museo della pietra serena e dove le pietre delle lapidi ricordano i partigiani caduti nel 1944.

Il primo giorno si arriva a Badia di Moscheta, fondata nell’anno 1034, al cui interno ha sede il Museo del paesaggio storico dell’Appennino. Siamo nella valle dell’Inferno, una gola stretta tra alte pareti di arenaria e ammantata da folti boschi, scavata nei millenni da un piccolo torrente che si butta nel Rovigo (torrente dove ancora oggi facciamo il bagno d’estate). Attraverseremo il piccolo borgo di Casetta di Tiara, dove Dino Campana visse i giorni dell’amore più intenso (felice e straziante) con Sibilla, un amore breve ma forte.

A suggellare un itinerario dedicato all’amore, all’amore che ci scuote e che sa far cadere muri e pregiudizi e ci spinge a guardare lontano insieme, Sharon  e Nadia (Counselor e Socia ipovedente di Noisyvision Onlus) vi accompagneranno alla scoperta di luoghi magici e memorie di sempre:  sentieri e alberi che sorvegliano il tempo che scorre, ,un antico mulino e la cascata dell’abbraccio, dove terra e acqua danzano insieme.

PROGRAMMA

1° giorno – 24 aprile – km 9 (+/- 400m):
Firenzuola – Badia di Moscheta
Incontro con Sharon e partenza per il viaggio. Cena e pernottamento.

2° giorno – 25 aprile – km 15 (+/- 600m):
Badia di Moscheta – I Diacci
Cena e pernottamento

3° giorno – 26 aprile – km 14 (+/- 450m):
I Diacci – Palazzuolo sul Senio
Rientro con mezzi pubblici

Necessario sacco a pelo o sacco a lenzuolo.

Per questo viaggio non è previsto il trasporto bagagli quindi consigliamo di viaggiare il più “leggeri” possibile.

PREZZO

290,00 € per persona in camere doppie o multiple

25,00 € di tesseramento a NoisyVision Onlus

Prima della partenza è necessario completare l’iscrizione a NoisyVision Onlus inviando la quota di tesseramento e compilando il modulo a questo link.

PRENOTAZIONI

per maggiori informazioni, dettagli e prenotazioni qui

VI ASPETTIAMO!!!!!

***

Questo percorso rientra nel progetto nato da una collaborazione tra Appennino Slow e NoisyVision.  “In Montagna Siamo Tutti Uguali” premiato dal MiBact (Ministero dei Beni Culturali e Turismo) e da Invitalia come progetto innovativo per la promozione delle aree montane.
In seguito a diverse edizioni di cammino lungo la Via degli Dei, abbiamo voluto allargare l’offerta delle proposte in programma, su richiesta dei partecipanti, che hanno trovato in queste attività un modo per vivere il viaggio in modo Appassionante e integrato, dove i limiti di ciascuno sono delle Opportunità di crescita corale.

Questo progetto contribuisce alla campagna di sensibilizzazione #YellowTheWorld, iniziata da NoisyVision.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.