Cammino Accessibile e Inclusivo nel Parco Nazionale Foreste Casentinesi

130

Più cervidi (2000 esemplari) che abitanti (1800), questa è la terra che ti accoglierà in questo viaggio inclusivo e avventuroso che nasce dalla ormai pluriennale esperienza di accompagnamento sulla Via degli Dei.

Tante le occasioni per scoprire questi luoghi: piccoli borghi come San Godenzo e Badia Prataglia, il Monte Falterona, sacro agli Etruschi e il Monte Falco, le due vette più alte del Parco, il passo della Calla, un valico di crinale dell’Appennino tosco-romagnolo, sullo spartiacque fra le valli del Bidente e dell’Arno.

E ancora scopriremo luoghi intimi ed intrisi di sacralità come l’Eremo di Camaldoli, fondato da San Romualdo, monaco ravennate, e il Santuario francescano di La Verna, dove Francesco ricevette le stigmate.

Ma anche i luoghi in cui ci fermeremo a dormire vi accompagneranno nella scoperta delle storie di questa terra, come per esempio il rifugio La Castellina, un antico casale in pietra del 1600 con seccatoio, a 800 m di quota, immerso nei castagneti secolari della Valle del Falterona.

Dal 31 luglio al 2 agosto

PRENOTAZIONI

per maggiori informazioni, dettagli e prenotazioni qui

VI ASPETTIAMO!!!

***
Questo percorso rientra nel progetto nato da una collaborazione tra Appennino Slow e NoisyVision.  “In Montagna Siamo Tutti Uguali” premiato dal MiBact (Ministero dei Beni Culturali e Turismo) e da Invitalia come progetto innovativo per la promozione delle aree montane.
In seguito a diverse edizioni di cammino lungo la Via degli Dei, abbiamo voluto allargare l’offerta delle proposte in programma, su richiesta dei partecipanti, che hanno trovato in queste attività un modo per vivere il viaggio in modo Appassionante e integrato, dove i limiti di ciascuno sono delle Opportunità di crescita corale.

Questo progetto contribuisce alla campagna di sensibilizzazione #YellowTheWorld, iniziata da NoisyVision.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.