Guardare oltre i limiti

NoisyVision è un'associazione senza scopo di lucro che aiuta le persone a condividere risorse e abilità per migliorare la qualità della vita e l'inclusione di chi ha limitazioni visive o uditive.

La nostra Filosofia

Aiuta NoisyVision a guardare più lontano

Unisciti a al nostro team, partecipa ai progetti o proponine di nuovi. O semplicemente raccontaci la tua esperienza di mobilità inserendola nella mappa di #YellowTheWorld

Registrati o Fai una donazione!

Eye love design

Un buon design significa una visione migliore nella vita quotidiana. Diffondi il nostro messaggio indossando una maglietta fighissima.

Shop Donate

La sindrome di Usher

Come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare i miei limiti.

Cos'è la Sindrome di Usher? Leggi le storie
News
#YellowTheWorld

Quanto sono accessibili le città e i luoghi in cui viviamo? Come potrebbe essere migliorata l'accessibilità? Quanto è facile o difficile viaggiare in una determinata destinazione?
Con la mappa #YellowTheWorld raccogliamo storie e esperienze degli utenti, per condividere suggerimenti e aiutare gli altri a scegliere le destinazioni di viaggio. Naviga la mappa, leggi le esperienze degli utenti e raccontaci la tua storia.
Vogliamo contribuire a semplificare le amobilità e la sicurezza. Vogliamo ingiallire il mondo. #YellowTheWorld .

Leggi & Contribuisci

Network

Movimento Lento

Movimento Lento è un’Associazione di Promozione Sociale che promuove lo “slow travel” come stile di vita. Dal 2011 lavorano in tutta Italia per riscoprire antiche vie e tracciare nuovi itinerari.

La Girobussola Onlus

L’associazione La Girobussola, nata a Bologna a ottobre 2013, promuove la mobilità di persone con disabilità visiva, intesa come possibilità di vivere un’esperienza completa di viaggio, incontro, dialogo e scambio con una comunità, al di fuori dalle reti del turismo di massa e dei tour organizzati “all inclusive”.

vEyes Onlus

Il progetto vEyes nasce il 20 giugno 2012 inizialmente allo scopo di realizzare una piattaforma open, hardware/software, sulla quale sia possibile integrare singoli “mattoncini”, vale a dire soluzioni basate su tecnologie indossabili che possano supportare una persona affetta da disabilità visiva nelle azioni quotidiane (leggere un testo su cartaceo, muoversi evitando ostacoli, avere accesso al bugiardino del farmaco inquadrato o alle informazioni su di un prodotto alimentare, integrare e rendere accessibili apparecchi biomedicali quali glucometro o sfigmomanometro, etc.).

ARTEMISIA

L’obiettivo di Artemisia è quello di creare una rete di genitori italiani di figli diversamente abili che possano sostenersi a vicenda attraverso lo scambio di esperienze personali e informazioni utili.