Sogni, Sabbia e Miraggi. Fra le grandi dune del Marocco

211

L’ultima iniziativa di NoisyVision del 2022 sarà una vera e propria avventura.
Un viaggio con pochi, ai confini della realtà, immersi in un modo che non e’ certo quello cui siamo abituati.
Un viaggio di vero nomadismo, dentro il paesaggio e la cultura.

Proprio per queste caratteristiche e prerogative intendiamo fornire tutte le informazioni necessarie per questo viaggio.
Un viaggio straordinario, questo é certo, ma anche estremo.

E’ imperativo che coloro che desiderano iscriversi siano pienamente consapevoli delle condizioni di questo viaggio e abbiano una notevole capacità  di adattamento.

Informazioni generali

Da Foum-Zguid (il colle di Zguid) a M’hamid El Ghizlane (piana delle gazzelle). Un viaggio a piedi nel Sahara alla ricerca delle suggestioni più intimamente legate al nostro immaginario del deserto: il mare di sabbia, l’orizzonte senza confini, le albe e i tramonti fra i dolci profili delle dune, l’immensa volta stellata e l’assoluto silenzio.

Ci muoveremo in carovana nomade fra gli erg (i deserti di dune) più belli del Marocco, evitando però le zone troppo battute dai turisti. Privilegeremo angoli più esclusivi e appartati, per una settimana fuori dal tempo, di rigenerazione totale.

La full immersion sarà completa nell’erg Zahar, uno spettacolare complesso di dune color rosso ocra. Scaleremo la più grande, alta oltre 200 m, sul far della sera per attendere in cresta un indimenticabile coucher du soleil.

Entreremo in contatto con la cultura nomade Berbera e Saharawi e col culto dei Marabutti. Visiteremo l’antico villaggio fortificato, o kzar, di M’hamid El Ghizlane, detto anche Porta del Deserto perché si tratta dell’ultimo centro abitato della Valle della Dràa. Qui infatti la strada si interrompe e anche il fiume scompare, inghiottito dall’arida terra, dando inizio alla grande Hammade. Una significativa testimonianza della civiltà sahariana, la cui piazza è stata per secoli, e fino a un passato recente, il punto di arrivo e di partenza delle mitiche carovane provenienti o dirette a Timbouctou, nel Mali: cinquanta giorni di marcia a passo di dromedario.

Concluderemo il cammino nel Giardino della Dràa, una piccola, interessante esperienza agricola di contrasto alla desertificazione.

Qui anche la memoria scompare, non resta altro che lo stesso tuo respiro e il suono del tuo cuore che batte. Uno strano processo inizia… Poiché chiunque è stato nel deserto per un po’ non è lo stesso di quando vi è entrato. (Paul Bowles)

Lo stile del cammino

Il cammino in carovana rappresenta una scelta che non ha il semplice scopo di alleggerirci del peso dei nostri zaini. È un’esperienza che ci consente di entrare in diretto contatto con lo stile di viaggio che ha costituito il cuore della civiltà sahariana. Una scelta che oggi consente almeno a una piccola parte della popolazione locale di mantenere le proprie abitudini di vita seminomade e di non rinunciare alla propria identità culturale, sempre più minacciata dal restringersi degli spazi vitali del nomadismo.
Con gli amici carovanieri avremo modo di entrare in confidenza condividendo giochi, racconti, musica e momenti conviviali.
Inoltre privilegeremo sempre, ove possibile, l’utilizzo di servizi, cibi e materiali del territorio.

Le nostre scelte di responsabilità

Ai generali valori fondanti del turismo responsabile – equità economica e distribuzione sul territorio dei guadagni, tolleranza, rispetto, incontro con le popolazioni locali – che sono centrali e fondanti del nostro stile di viaggio, ci piace unire elementi di conoscenza non didascalica dei territori che con lentezza e attenzione attraversiamo: ammirarne le bellezze, prendendo tuttavia coscienza di criticità e contraddizioni.

Questo cammino sarà particolarmente attento, dunque, all’informazione su attualità e futuro delle popolazioni di tradizione nomade e di quelle contadine delle oasi. Per facilitare l’incontro e la comprensione di aspetti della cultura e delle tradizioni locali sarà presente, insieme alla guida locale, una guida italiana.

Programma

Sabato 3 Dicembre

Arrivo a Marrakech e partenza in minibus per Ouarzazate. Attraverseremo la catena montuosa dell’Alto Atlante, superando il Tizi n’Tichka (Colle dei Pascoli) a 2.260 m di altitudine e ci inoltreremo così nel Grande Sud. Incontro con le guide per fare conoscenza e per informazioni sul viaggio. Cena e notte in hotel.

Domenica 4 Dicembre

Ouarzazate – Dune Al Haji Akhmed. Colazione in hotel e partenza in minibus. Raggiunto il villaggio di Foum-Zguid ci trasferiremo in fuoristrada alle dune dell’Erg Al Haji Ahmed, dove troveremo ad attenderci la carovana e il nostro primo bivacco nel deserto. Cena e notte in tenda.

Lunedì 5 Dicembre

Dune Al Haji Akhmed – Dune Sidi Boudrìibila. Cammineremo circa 4 ore al mattino e 2 ore dopo la sosta per il pranzo (ritmo che manterremo anche nei giorni successivi), attraversando la vasta depressione del Lago Iriki. Raggiungeremo il bivacco presso l’Erg Sidi Boudrìibila. Cena e notte in tenda.

Martedì 6 Dicembre

Dune Sidi Boudrìibila – Dune Sdràa. Percorreremo un plateau roccioso e vedremo poi scorrere il mare di sabbia dell’Erg Chegaga, fino a raggiungere il nostro bivacco presso l’Erg Sdràa, con le caratteristiche piante di jojoba. Cena e notte in tenda.

Mercoledì 7 Dicembre

Dune Sdràa – Dune Zahar. Inseguiremo per tutta la giornata il profilo dello splendido Erg Zahar, con le sue sabbie rosse, che appare e scompare all’orizzonte. Nel pomeriggio saliremo sulla Grande Duna per ammirare il più spettacolare tramonto del viaggio. Cena e notte in tenda.

Giovedì 8 Dicembre

Dune Zahar – Sidi Naji. Il Marabutto Sidi Naji è il capostipite di una grande Tribù Saharawi, tuttora presente in diversi Paesi dell’Africa Sahariana. Troveremo il bivacco fra dune di sabbia chiara, nei pressi dell’edificio che ne conserva le spoglie. Cena e notte in tenda.

Venerdì 9 Dicembre

Sidi Naji – M’hamid el Ghizlane. Inoltrandoci fra i palmeti raggiungeremo l’antico kzar di M’hamid, antico polo carovaniero da e per Timbouctou. Pomeriggio nel Giardino della Dràa, micro progetto agricolo alle porte del deserto. Cena e notte in tenda.

Sabato 10 Dicembre

Rientro a Marrakech in minibus, sistemazione in hotel. Cena e passeggiata serale sulla Piazza Jemàa Al Fnàa e nel suq.

Domenica 11 Dicembre

Rientro in Italia

Altre informazioni utili

Ritrovo: sabato 3 dicembre, in mattinata, all’aeroporto di Marrakech, secondo le modalità che verranno comunicate dalle guide
Rientro: domenica 11 dicembre, dall’aeroporto di Marrakech

Come arrivare al luogo di ritrovo: volo, preferibilmente diretto, da scegliere fra le migliori opportunità quando il viaggio sarà confermato

Documenti: passaporto, con validità residua di almeno 3 mesi. Eventuali altre disposizioni riguardanti le norme sanitarie saranno comunicate tempestivamente.

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, zaino ergonomico, sacco a pelo. Alla richiesta di perfezionamento della prenotazione, riceverete l’elenco delle cose da mettere nello zaino.

Nota sui sacchi a pelo.
In questo viaggio occorre un ottimo sacco a pelo, perché di notte è sempre fresco, e può far freddo. Siccome molte ditte sono poco serie nell’autocertificazione delle temperature, non è quello il metro per valutare un sacco a pelo. Non credete a chi dice che con un sacco a pelo di 500 grammi si può star caldi! Il peso del sacco a pelo è direttamente proporzionale al suo potere calorico! Si consiglia caldamente un sacco a pelo in piumino, con percentuale di piumino almeno 80/20. Valutare attentamente il peso del piumino interno, è l’altra variabile fondamentale: consigliamo almeno 500 grammi di piumino (che corrisponde a un peso totale di 1,2 kg), meglio ancora se 600 grammi di piumino. I materiali sintetici sono a oggi meno caldi e affidabili del piumino, quindi dovrete avere un peso superiore per avere caldo. Se avete dei dubbi telefonate contattateci per un consiglio, anche sui nomi delle marche

Tipo di viaggio: itinerante con zaino leggero e bagaglio trasportato dai dromedari

Notti: in tende collettive da 4 posti negli accampamenti berberi e in hotel in camere multiple.
Le tende hanno delle coperte e dei materassini per terra sui quali appoggiare il proprio sacco a pelo.

Clima: primaverile durante il giorno, ma soggetto a forti escursioni termiche al calar del sole, si potrà arrivare anche vicino o sotto allo zero.

Come si va in bagno, come ci si lava durante il cammino?
Il bagno sarà in natura, dove non mancheranno né lo spazio, né la possibilità di appartarsi; inoltre, a fine giornata, verrà fornito a ciascuno un secchiello di acqua calda per lavarsi.

Ricariche cellulari: non ci sarà accesso alla corrente elettrica per tutto il viaggio. Necessari i power bank o caricatori solari. Le basse temperature eliminano la carica in pochissimo tempo.
Sara’ comunque un modo per staccarsi completamente dalla realtà.

COSTI

€ 210.00 (comprende guida italiana e organizzazione)
€ 570.00 circa Spese in modali cassa comune
da non inviare, ma da portare con sé (42% guide locali, noleggio dromedari e personale al seguito, 20% pasti e materiale per i bivacchi, 18% alberghi, 20% trasporti con minibus e fuoristrada)

Quota associativa: per partecipare al viaggio si deve avere la tessera di una delle due associazioni che organizzano questo viaggio.

VOLO

Una volta completetate le iscrizioni contatteremo tutti gli iscritti per cercare di prendere tutti lo stesso volo

PASTI

Durante il trekking tutti i pasti saranno confezionati da un esperto “cuisinier” nomade nella nostra cucina da campo, secondo le ricette tradizionali

ISCRIZIONI

Pre-iscrizione via mail a [email protected]
Poiché siamo a conoscenza di un elevato interesse per questa iniziativa e non potremo accontentare tutti, ci riserviamo il diritto di selezionare gli iscritti in base a diversi criteri di valutazione.
una volta formato il gruppo vi chiederemo di procedere alla iscrizione definitiva.

Per formare un gruppo equilibrato gli organizzatori si riservano il diritto di creare delle liste di priorità.

One comment from the community

  1. Io desidero iscrivermi, rinnovo la mia volontà di iscrizione per il viaggio in Marocco.
    Fatemi sapere al più presto grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.