Passi. Tempo. Lentezza. Gli ingredienti di NoisyVision

484

“In un mondo dove tutto è diventato veloce, vorticoso, caotico, camminare è un atto di ribellione. Che lo si faccia nel deserto o sulle montagne, col bello o col cattivo tempo, l’importante è farlo insieme, ciascuno con il proprio passo e la propria diversità. Per scoprire alla fine che ogni cammino ci cambia, portandoci in luoghi in cui non avevamo previsto di andare.
Cinque reportage di viaggio su altrettanti trekking cosiddetti inclusivi. Storie di incontri e fatica, di inclusione e socialità delle persone vulnerabili in cui il camminare assume un’importante valenza sociale.”

Si legge questo nella quarta di copertina del libro appena pubblicato

Passo Lento. 
Camminare insieme per l’inclusione
Di Antonella Patete e Nicola Rabbi
Edizioni La Meridiana

Acquistalo qui in formato cartaceo o e-book

Questo libro parla di cammini, di inclusione, Di Noi.

Sono cinque i viaggi raccontati in questo libro, che sono i cinque rispettivi capitoli.

Asini. Sabbia, Neve, Pioggia, Foglie.

La storia che riguarda NoisyVision è quello della Sabbia. Infatti è stata scritta da Antonella Patete che ha partecipato a uno dei nostri viaggi del 2022, quello nel Deserto del Sahara, organizzato in collaborazione con la Compagnia dei Cammini.

Questo libro è uscito proprio mentre Marina, la mia compagnia, era nel deserto.
Marina aveva partecipato al viaggio del 2022 ed era rimasta talmente colpita dal deserto e tutto quello che questo ambiente le trasmette, da decidere di tornare.
Marina si è portata nello zaino un libro.
Quello che ho pubblicato nel 2008.
Che si intitola Tempo Lento.
Ha fatto questa foto, che ritrae il libro appoggiato sulla sabbia di una duna.

May be an image of phone

Tempo Lento.
P{asso lento.
Il libro appena pubblicato è sui cammini inclusivi.
La storia che riguarda NoisyVision, tra le tantissime che potevano essere, è quella del deserto.
Io faccio fatica a pensare a tutto questo.
Mi sembra che sia tutto parte di un bellissimo disegno in cui tutto prende la forma che deve prendere.
La lentezza fa da protagonista.
Quella lentezza che partendo dai piedi, dai passi lungo il Cammino di Santiago, cercavo di portare nel tempo.
Quella lentezza che ho trasformato in un valore sociale, facendo dei cammini uno strumento di inclusione.
E ora grazie a Antonella e Nicola, che sono degli amici, lentezza, passi, inclusione riempiono le pagine di un libro. Diventano gli ingredienti di storie diverse.
Pronte per essere lette e scoperte, sotto una copertina … gialla!

Se non hai mai letto Tempo Lento, lo trovi qui in formato pdf

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.