Controller Emotiv EPOC: superare la disabilità con la forza del pensiero

425

Il caschetto Emotiv EPOC è una nuova interfaccia per un’interazione completamente differente tra macchina ed uomo. Un sistema wi-fi che acquisisce e processa segnali elettrici del cervello permettendo una modalità di controllo di consolle e pc semplicemente pensando i comandi da impartire.

Sembra uno scenario del futuro uscito da un film fantascientifico tipo eXistenZ di David Cronenberg, ma pare che questo controller sia destinato a rivoluzionare il modo di interagire con i videogiochi.

I fanatici del divertimento virtuale sono dubbiosi sulla precisione di risposta ai comandi anche in seguito all’adestramento e calibrazione dell’apparecchio. Se non riuscirà a soddisfare le esigenze di lanciatori di palle di fuoco o di lotattori superdotati, forse potrebbe essere molto utile per superare alcuni limiti fisici.

E’ indubbio che EPOC potrebbè rivoluzionare la vita a tutti coloro che soffrono di disabilità motorie più o meno gravi, come coloro che dipingono con i piedi o con la bocca, ma anche nel caso di disabilità sensoriali potrebbero esserci notevoli vantaggi.
Forse i non vedenti potranno interagire con il pc e scrivere con il pensiero senza ricorrere a barre braille.

Magari un giorno sarà possibile anche il contrario, ovvero segnalare al cervello informazioni che non passano attraverso i sensi. Potremo pensare un libro senza leggerlo?
Se l’idea potrebbe sembrare alienante e ancora, rievoca storie cinematografiche alla Matrix o Strange Days, una simile tecnologia faciliterebbe la vita a moltissime persone, soprattutto se bastassero 300 dollari, prezzo attuale di EPOC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.