Alex, Roberto, Pietro. Quando la vita scorre su ruote

185

Scrivo queste righe a poche ore da quando la sconcertante notizia dell’incidente di Alex Zanardi ha cominciato a invadere tutti i giornali e le bacheche Facebook.
E’ indubbia e indiscussa la sua forza, il suo coraggio, ma vi rimando all’articolo di Emanuela Audisio su Repubblica (Zanardi, il Superman della via Emilia che ha costretto la pietà a scansarsi) per un ritratto completo e ben scritto che fa sperare che Alex ce la farà anche questa volta, visto che ha già superato sette arresti cardiaci e tante altre difficoltà e dolori.
E’ quasi difficile scrivere e parlare di lui, perché si ha l’impressione di essere davanti a un uomo troppo straordinario per poterlo raccontare.
Uso una citazione di chi gli ha dedicato una canzone, Roberto Vecchioni, “Lo porterei su Marte per dire agli alieni cos’è un uomo”.

Colgo l’occasione di questo triste evento per parlare di altre due persone a me care che come Alex camminano con le ruote.
Roberto Vitali e Pietro Scidurlo.
Ne parlo ora perché abbiamo già in programma per mercoledì 24 alle ore 19 (qui l ‘evento Facebook) una triplice stretta di mano in diretta Facebook per l’ultima puntata del programma che io e Pietro abbiamo condotto negli ultimi mesi, Cammini per Tutti.
La storia di Pietro si può ora leggere nella recentissima autobiografia pubblicata per Terre di Mezzo, “Per chi vuole non c’è destino”, quella di Roberto è pressoché ovunque.

Infatti Roberto dopo un incidente stradale avvenuto nel 1976 che lo ha reso paraplegico non si è dato per vinto e dal 1992 si occupa di accessibilità.
Presidente e co-fondatore assieme a Silvia Bonoli di Village for all – V4A® Marchio Internazionale Qualità Ospitalità Accessibile, Membro e Portavoce del Comitato per la Promozione del Turismo Accessibile presso il Ministero del Turismo ha contribuito ai lavori da esso svolti per la stesura del Manifesto del Turismo Accessibile (2010), del Libro Bianco del Turismo Accessibile e della Campagna di comunicazione internazionale 2013 sul Turismo Accessibile promossa dal Ministero del Turismo con il video Italia paese ospitale. Ha inventato V4AInside, software che rappresenta una innovazione tecnologica ed organizzativa nel processo di raccolta ed elaborazione dei dati relativi all’accessibilità delle strutture.
Bastano queste poche righe biografiche per comprendere come Roberto sia un punto di riferimento che ha saputo destreggiarsi tra impresa e politica per far sentire una voce che rimane ancora troppo bassa.
Con questa diretta cercheremo di farla ascoltare anche a chi si occupa o vuole occuparsi di Cammini, perché – non lo diremo mai abbastanza – renderli accessibili significa permettere a tutti di godere della meraviglia del nostro Paese e della natura in modo sostenibile e responsabile.

La diretta ha come sottotitolo “Destinazioni Accessibili”. Da un lato vi invitiamo a seguire la diretta per comprendere la ragione, dall’altro vi anticipiamo che questo è uno dei nodi cruciali del lavoro di Roberto, convinto che per cambiare veramente le cose bisogna partire dai luoghi, cosi’ da potersi interfacciare con gli interlocutori che hanno potere decisionale.

Le tematiche sono molto concrete, ma sono uno spunto di riflessione prezioso in questo preciso momento in cui una persona tanto eroica quanto raggiungibile sta lottando tra la vita e la morte.
Alex ha la sfida nei geni, è nato per vincere. Ma forse alle volte vincere una medaglia alle Olimpiadi ha lo stesso valore di chi vince una battaglia culturale.
Le medaglie di Roberto forse non si possono appendere al collo, ma vi assicuro che sono altrettanto valevoli. Alex ha il pregio di far sembrare possibile l’impossibile, Roberto e Pietro mi ricordano tutti i giorni che esistono vittorie senza gare, come quella di potersi sentire persone in ogni luogo.

Vi aspettiamo

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.