Il farmaco QR-421a e la sperimentazione sulla Sindrome di Usher 2A

By
NoisyVision
1 ottobre 2019 13:03

Il farmaco QR-421a

La compagnia ProQR sta sperimentando un nuovo farmaco chiamato QR-421a. Questo farmaco è indicato contro la retinite pigmentosa per queii pazienti affetti da una mutazione nell’esone 13 nel gene USH2A, dove si trova il codice genetico della proteina di Usher. In Occidente ci sono circa 16.000 persone ipovedenti a causa di questa specifica mutazione.

Gli esoni sono le parti di un gene che l’organismo usa per codificare la struttura chimica delle sue proteine. Lo scopo del farmaco QR-421a è di permettere all’organismo di ignorare l’esone difettoso durante la fase di codifica delle proteine. Questa procedura è detta “salto dell’esone”: si può paragonare la procedura alla proiezione un film con una scena mancante, perché la pellicola è rovinata in quel punto. È importante tenere presente che il farmaco non modifica il DNA del paziente (la pellicola del film), ma cerca invece di aggirarne il difetto nel momento in cui il DNA viene letto.

Quando l’organismo salta l’esone difettoso, la proteina di Usher che viene prodotta è più corta, ma è comunque funzionante. Pertanto, il farmaco QR-421a si promette di neutralizzare la causa stessa della retinite per quei pazienti in cui la retinite pigmentosa è causata da mutazione dell’esone 13 nel gene USH2A. Il metodo di somministrazione del farmaco QR-421a è intraoculare, tramite iniezione dentro il bulbo.

ProQR sta anche sviluppando un farmaco simile detto QR-411, che è invece rivolto a quei pazienti con una differente mutazione, detta pseudo-esone 40, o PE40. Questa mutazione causa la formazione di un esone intruso alla posizione 40 nel gene USH2A. Saltare questo pseudo-esone durante la codifica della proteina di Usher rimuoverebbe un’altra delle possibile cause della retinite pigmentosa.

Sperimentazione

Una sperimentazione di tipo 1/2 su pazienti umani è tuttora in corso per il farmaco QR-421a. Il nome in codice di questa sperimentazione è STELLAR, e coinvolge 18 pazienti ipovedenti a causa della mutazione dell’esone 13 nel gene USH2A. STELLAR viene condotta dal personale di centri di ricerca specializzati nella malattia di Usher, in Nord America e in Europa. Si aspettano i primi risultati preliminari di STELLAR nella primavera del 2020.

Lo scopo principale della sperimentazione di tipo 1/2 è di assicurarsi che QR-421a non ha effetti collaterali imprevisti. Durante la sperimentazione, verrà anche quantificato con maggiore accuratezza l’impatto benefico del farmaco sui pazienti.