Le conseguenze di #YellowTheWorld

35

Esattamente un anno fa aveva inizio il workshop #YellowReykjavik
Ce lo ricorda il solstizio d´estate, che in Islanda si traduce con sole di mezzanotte: il sogno di molti ipovedenti con limitata visione notturna.

La ragione per cui torniamo a parlare di quel progetto, non é solo per celebrare l´anniversario, piuttosto il successo e le conseguenze.

Blindrafelagid, Associazione islandese dei non vedenti (BIAVI) ha realizzato in collaborazione con l’Organizzazione dei disabili in Islanda (OBI) una brochure sull´accessibilitá.  Questo opuscolo è stato realizzato per un forum aperto (conferenza) in cui l’obiettivo era il design universale (con accessibilità). Questo materiale è tutto in islandese, ma forse le foto (e magari un po´d Google Traduttore) potrebbero darvi un’idea di quale fosse l’obiettivo. Indicando le cose ovvie che possono essere fatte meglio e la mancanza di standard universali reali per molti elementi nel nostro ambiente urbano.

 Questo é un eccellente esempio di “punto due” in questo progetto, in cui la società di ingegneria che ha collaborato alla ricerca produrrá un documento sui suggerimenti per le cose da fare meglio. 

Grazie Blindrafelagid. Grazie Islanda. Grazie Reykjavik.
Tutto questo é la dimostrazione concreta e reale di tutto il significato piú profondo di #YellowTheWorld.
Sensibilizzazione, divertimento, lavoro, azione, realizzazione.

 

 

Commenta l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...